Fedora Online Forum

Il forum della comunità italiana di Fedora

#1 31-08-2017 23:23:03

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'418
Sito web

chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

Salve,
stasera mi sono reso conto che il comando suddetto non funziona come pensavo.
Preferisco la versione grafica, ma suppongo non ci siano differenze sostanziali con la CLI.
In pratica, io lo usavo come alternativa a un backup (parziale, cioè di porzioni dell'hard disk sulle quali lavoro più spesso e che ogni tanto mi fa comodo consultare, nella versione più recente, anche su supporto esterno, magari per leggere un PDF dal tablet).
Però mi sono reso conto che NON è del tutto incrementale: cioè, se aggiungo un file alla directory principale, ok, ma se c'è un nuovo file dentro una cartella, il programma "non lo vede" e quindi non lo salva come gli altri.
Penso di aver guardato tutte le opzioni, non credo ce ne siano di specifiche per questa esigenza.
Sbaglio io qualcosa?
C'è di meglio?
Grazie

PS: sì, lo so che siamo arrivati alla 26 e io devo ancora passare alla 25, ma chi va piano...  wink


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#2 01-09-2017 17:05:02

bracciante
Innamorato del forum
Da S P A L
Registrato: 07-05-2009
Messaggi: 548

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

Ciao,
io uso Grsync da anni, per fare copie periodiche di materiali di lavoro, casa o famiglia su unità esterne (e da queste sul portatile), e ne sono più che soddisfatto. Effettivamente funziona in maniera "incrementale": riconosce e copia i nuovi file e, se richiesto, cancella quelli non più presenti. Non mi sembra che richieda di specificare un comportamento "ricorsivo", perché controlla nelle cartelle secondarie di default.
Ma lascio la parola agli esperti!


"più lontano di una mèta lontanissima c’è la mancanza di mèta" (Bertolt Brecht)

Non in linea

#3 04-09-2017 18:53:31

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'418
Sito web

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

grazie, bracciante
Anch'io lo utilizzavo per trasferire files su unità esterne, in una sorta di backup parziale, cioè per 'porzioni' di hard disk semanticamente omogenee.
Però l'altro giorno mi sono accorto, improvvisamente, che non aveva copiato gli ultimi files che avevo creato il giorno prima, mentre fino a quel momento avevo pensato appunto che individuasse e copiasse tutto quello che c'era di nuovo.
Nel mio caso ho moltissime cartelle e sottocartelle, il malfunzionamento può dipendere da questa struttura molto intricata e annidata?
Utilizzo il comando in maniera molto semplice, cioè praticamente senza opzioni particolari che potrebbero generare effetti indesiderati.
Attendiamo i più esperti...


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#4 09-09-2017 18:35:41

astrogator
Pinguino avanzato
Da Provincia di Como
Registrato: 22-08-2009
Messaggi: 334

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

Personalmente uso Backup (Strumento di backup Déjà Dup ambiente Gnome) che dichiara di fare anche gli incrementali e si interfaccia a HD esterno con interfaccia grafica.
Non conosco Grsync.

Non in linea

#5 13-09-2017 07:10:51

arkanoid
Moderatore
Da Trento
Registrato: 06-05-2010
Messaggi: 2'142
Sito web

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

Ciao aiace.
In particolare, che comando utilizzi? Quali sono i parametri che passi a rsync?


|| FAS: juliuxpigface || IRC: jpigface || GITHUB: pigjuliux ||

Non in linea

#6 04-10-2017 01:19:14

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'418
Sito web

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

ehi, sono ancora vivo, ma parecchio indaffarato, come si vede dal ritardo della risposta.
Anzitutto grazie dei contributi
@astrogator
preferisco Grsync perché programmi come Backup comprimono i files; cioè, se volessi rivedere al volo un file archiviato o lavorarci, devo scompattarlo e insomma perderci più tempo, mi pare.
@arkanoid
non do comandi particolari, apro semplicemente Grsync e lo eseguo lasciando le sue impostazioni standard (a parte ovviamente i percorsi di Source e Target).
Per esempio adesso ha appena finito di girare e in effetti su una cartella di primo livello ho visto che ha aggiunto un file creato oggi. Quindi sembra funzionare bene...
L'impressione avuta (da cui l'origine di questo post) è che abbia qualche difficoltà con cartelle di livelli molto annidati, però mi rendo conto che detto così è generico. Dovrei guardare meglio e fornire qualche esempio probante. Purtroppo il lavoro in ufficio e fuori mi toglie il tempo di farlo con calma. Se ci riuscirò, riapro la discussione.
Ah, già: e poi sono ancora fermo alla 24 (che è EOL), ma non posso proprio rischiare adesso di rimanere piantato per sbagliare qualcosa nell'aggiornamento alla 25. Prometto però che appena possibile faccio il salto! ;-)
Intanto vi ringrazio tutti per la sollecitudine.

Ultima modifica di aiace (04-10-2017 01:20:16)


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#7 04-10-2017 07:20:44

tempus
Moderatore
Da Lombardia
Registrato: 16-11-2010
Messaggi: 2'297

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

aiace ha scritto:

[...] preferisco Grsync perché programmi come Backup comprimono i files; cioè, se volessi rivedere al volo un file archiviato o lavorarci, devo scompattarlo e insomma perderci più tempo, mi pare. [...]

programmi come borg (pacchetto borgbackup) riescono a effettuare backup incrementali, deduplicati, eventualmente cifrati e compressi (con algoritmi particolarmente efficienti) e visionabili direttamente (ossia "montabili" direttamente senza che sia necessario decomprimere e ripristinare); borg nello specifico ha anche una opzionale interfaccia grafica (web), manca solo che faccia il cappuccino  smile

[...] non do comandi particolari, apro semplicemente Grsync e lo eseguo lasciando le sue impostazioni standard (a parte ovviamente i percorsi di Source e Target).
Per esempio adesso ha appena finito di girare e in effetti su una cartella di primo livello ho visto che ha aggiunto un file creato oggi. Quindi sembra funzionare bene...
L'impressione avuta (da cui l'origine di questo post) è che abbia qualche difficoltà con cartelle di livelli molto annidati, però mi rendo conto che detto così è generico. [...]

da grsync gli switch predefiniti dovrebbero essere "-rtvs --progress" mentre solitamente per la "modalità archivio" si usa lo switch "-a" equivalente a "-rlptgoD"
-r sta per "ricorsivo"
-t sta per "preserva gli orari di modifica"
-v sta per "verboso"
-s sta per "comportati bene anche se i nomi dei file hanno degli spazi che non ho previsto"
cosa manca rispetto alla "modalità archivio"? lo switch -l (copia i collegamenti simbolici), le opzioni -p, -g, -o (salva permessi, gruppo, proprietario) e -D (salva file speciali e device, se lanciato come amministratore). Quello che hai notato potrebbe essere un mancato salvataggio di file o cartelle rappresentanti un collegamento simbolico. Se hai selezionato aggiuntivamente l'opzione "Do not leave filesystem" hai allora anche attivato lo switch "-x", il che vorrebbe dire che se nella ricorsione tra le cartelle si imbatte in diversi filesystem, quelle cartelle vengono ignorate. Puoi controllare gli argomenti di rsync attivi in grsync con "Alt+R". In generale vorrai magari sempre comunque aggiungere gli switch -A e -X per preservare ACLs e attributi estesi (SELinux).


$ apropos [argomento]                         $ man [voce del manuale]
https://docs.fedoraproject.org/     |     https://apps.fedoraproject.org/     |     https://doc.fedoraonline.it

In linea

#8 04-10-2017 23:28:52

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'418
Sito web

Re: chiarimenti sul comando Grsync (o Rsync, a linea di comando)

accidenti, che precisione -- sia detto senza alcuna pretesa ironica, tuttalpiù ammirazione per la tua grande competenza.
Comunque ammetto che In effetti non avevo mai pensato di controllare quali switch erano attivati di default nella versione grafica rispetto a quella da console.
Le tue osservazioni sono tanto utili quanto le mie erano generiche, quindi ti ringrazio, almeno per avermi risparmiato un po' di fatica nel capire questi dettagli -- che proprio in quanto tali, non sono meno importanti per comprendere a fondo il funzionamento di un programma.
Farò un controllo più stringente ed eventualmente aggiungerò (o toglierò) delle opzioni, in base a quello che hai scritto.
Grazie


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

Piè di pagina