Fedora Online Forum

Il forum della comunità italiana di Fedora

#1 11-02-2019 02:54:38

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'455
Sito web

SSD, EFI, GPT e Fedora [RISOLTO]

salve,
riprendo qui un mio vecchio thread dell'anno passato, dopo il quale non avevo però modificato l'hardware.
NOTA: mi rendo conto che questa discussione potrebbe rientrare anche nelle sezioni "Hardware" o "Configurazione", quindi mi scuso con gli amministratori e li ringrazio se la sposteranno in maniera più opportuna.

Allora, ricapitolo la situazione attuale, con due dischi fissi (500 GB con Fedora, appena aggiornato alla versione 29 + 3 TB per dati) e impostazione vecchio tipo (ossia non LVM ma i soliti /, home, swap ecc.):

Festplatte /dev/sda: 465,8 GiB, 500107862016 Bytes, 976773168 Sektoren
Einheiten: Sektoren von 1 * 512 = 512 Bytes
Sektorgröße (logisch/physikalisch): 512 Bytes / 4096 Bytes
E/A-Größe (minimal/optimal): 4096 Bytes / 4096 Bytes
Festplattenbezeichnungstyp: dos
Festplattenbezeichner: 0x17e204aa

Dispositivo Avvio    Anfang      Fine   Settori  Größe Kn Tipo
/dev/sda1   *          2048   1953791   1951744   953M 83 Linux
/dev/sda2           1953792 890836991 888883200 423,9G 83 Linux
/dev/sda3         890836992 968959999  78123008  37,3G 83 Linux
/dev/sda4         968960000 976773119   7813120   3,7G  5 Esteso
/dev/sda5         968964096 976773119   7809024   3,7G 82 Linux swap / Solaris


Festplatte /dev/sdb: 2,7 TiB, 3000592982016 Bytes, 5860533168 Sektoren
Einheiten: Sektoren von 1 * 512 = 512 Bytes
Sektorgröße (logisch/physikalisch): 512 Bytes / 4096 Bytes
E/A-Größe (minimal/optimal): 4096 Bytes / 4096 Bytes
Festplattenbezeichnungstyp: dos
Festplattenbezeichner: 0x4a08bb44

Dispositivo Avvio Anfang       Fine    Settori Größe Kn Tipo
/dev/sdb1           2048 4096002047 4096000000  1,9T 83 Linux

Ho acquistato una nuova scheda madre (in grado di impostare Uefi e leggere GPT) e due SSD: quello da 32 GB, su cui vorrei installare F29, e un altro da 60 GB (riservato a Windows, sempre per lavori occasionali, senza incasinare il resto).

La domanda è: secondo voi qual è la maniera migliore di far funzionare tutto ciò? Reinstallare F29 da zero sul disco SSD da 32 GB (per poi ripulire il disco da 500 dove è adesso), oppure clonando qualcosa da quello di 500 GB, dal quale si avvia attualmente?
Grazie

Ultima modifica di aiace (17-02-2019 02:06:52)


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#2 11-02-2019 07:46:30

QuarkF
Pinguino avanzato
Registrato: 01-04-2013
Messaggi: 173

Re: SSD, EFI, GPT e Fedora [RISOLTO]

Secondo me, se cloni la partizione da un HD partizionato con MBR ad uno GPT, poi dovresti perlomeno installare i pacchetti per UEFI, e la relativa voce nella partizione EFI (supponendo che questa esista già nell'hard disk GTP, e che sia correttamente montata). Sicuramente una nuova installazione sarebbe più lunga, ma meno problematica.
Vedi anche qui e qui per creare la voce di boot con efibootmgr.
Nota: se cloni la partizione, poi cambia l'UUID di quella clonata e inserisci quello nuovo nell'/etc/fstab clonato, altrimenti al boot potrebbe non partire il sistema corretto.

Ultima modifica di QuarkF (11-02-2019 07:49:06)


Al mondo ci sono 10 tipi di persone: quelle che conoscono la numerazione binaria e quelle che non la capiscono.

Non in linea

#3 11-02-2019 20:56:30

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'455
Sito web

Re: SSD, EFI, GPT e Fedora [RISOLTO]

grazie, penso anch'io che sia + semplice reinstallare che rischiare di tralasciare pezzi qua e là.
Inoltre non ho mai lavorato con UEFI, il che aumenta le probabilità di fare pasticci e pasticcini...
Appena finito, vi aggiorno e scrivo RISOLTO

Ultima modifica di aiace (11-02-2019 20:57:22)


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#4 17-02-2019 02:06:29

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'455
Sito web

Re: SSD, EFI, GPT e Fedora [RISOLTO]

come volevasi dimostrare, aveva ragione QuarkF.
Ho preferito optare per una reinstallazione da zero di Fedora 29 sull'SSD da 32 GB. In questa maniera mi sono reso conto che potevo fare a meno di svariati pacchetti (che non funzionavano bene, che non utilizzo più, ecc.) il cui sradicamento avrebbe creato qualche difficoltà, trascinandosi altra roba che invece NON avrei voluto eliminare.
Per la cronaca, sull'SSD in questione ho creato le partizioni tradizionali:
1) sda1 per l'avvio, di 1 GB di cui risultano usati 224 MB (un quarto)
2) sda2 di root, con 25 GB di cui risultano occupati, dopo un congruo aggiornamento dei pacchetti che adopero maggiormente, 10 giga
3) sda3 di swap con 4 GB
I dati sono rimasti sull'hard disk SATA dove stavano prima, che ovviamente non è stato toccato durante l'installazione del sistema.

Tutto gira molto più veloce, ma questo era scontato e uno dei motivi per cambiare la configurazione.
:-D
Buon proseguimento!


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

Piè di pagina