Fedora Online Forum

Il forum della comunità italiana di Fedora

#1 18-07-2019 08:18:04

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'518
Sito web

spiegazione su output comandi

salve
Oggi ho sbagliato a digitare la password di root per eseguire un pacchetto, e ho ricevuto questa notifica:

[[email protected] ~]$ gparted
localuser:root being added to access control list
Error executing command as another user: Not authorized

This incident has been reported.
localuser:root being removed from access control list

Io capisco così: per eseguire gparted occorre digitare la password di root.
Questo già lo sapevo; infatti lanciando il programma (dal terminale, come qui, oppure dall'elenco grafico delle applicazioni) compare una finestra con lo spazio per scrivere tale password.
Il motivo suppongo sia che gparted è in grado di fare danni notevoli al sistema e quindi può essere maneggiato soltanto da chi lo conosce bene (l'amministratore, cioè root).

La terza riga riportata sopra segnala l'errore commesso (suppongo un tasto sbagliato, non sono certo perché sul terminale la password non è visualizzata).
La quarta riga dice che l'errore è stato scritto in qualche file -- non ricordo quale, ma comunque nel sistema per informare l'amministratore di eventuali tentativi di accesso indebito (giusto? già che ci siamo: dove vengono memorizzate queste informazioni? vengono cancellate dopo un certo tempo?)
Quello che invece non capisco è l'ultima riga: forse vuol dire che, a causa dell'errore, il (super)utente root viene escluso dalla possibilità di effettuare interventi?
Ma non è un controsenso? E se anche fosse, è un'esclusione temporanea o permanente?
Il problema è che ho provato a rieseguire il comando, facendo attenzione a scrivere per bene la password, ma nulla: non sono riuscito a lanciare gparted.

Cosa sbaglio? Si accettano chiarimenti, consigli ecc.
Grazie


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#2 18-07-2019 09:50:45

QuarkF
Pinguino avanzato
Registrato: 01-04-2013
Messaggi: 250

Re: spiegazione su output comandi

Se eseguo

$ gparted

da terminale, digitando correttamente la password, e poi uscendo dal programma, l'output è

$ gparted
localuser:root being added to access control list
Unit boot.mount does not exist, proceeding anyway.
Unit sysroot.mount does not exist, proceeding anyway.
GParted 1.0.0
configuration --enable-libparted-dmraid --enable-online-resize
libparted 3.2
localuser:root being removed from access control list

Nota, all'inizio, la riga

localuser:root being added to access control list

e, alla fine,

localuser:root being removed from access control list

Sembra che gparted esegua, implicitamente, il comando xhost - vedi anche

$ man xhost
XHOST(1)                    General Commands Manual                   XHOST(1)

NAME
       xhost - server access control program for X

SYNOPSIS
       xhost [[+-]name ...]

DESCRIPTION
       The xhost program is used to add and delete host names or user names to
       the list allowed to make connections to the X server.  In the  case  of
       hosts,  this  provides  a rudimentary form of privacy control and secu‐
       rity.  It is only sufficient for a workstation (single  user)  environ‐
       ment,  although  it  does  limit  the worst abuses.  Environments which
       require more sophisticated measures  should  implement  the  user-based
       mechanism  or use the hooks in the protocol for passing other authenti‐
       cation data to the server.

Ho invece il sospetto che tu usi Wayland, e non X, e che ancora gparted non funzioni con Wayland (non sono aggiornato, ma tempo fa era così). Vedi anche https://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.p … 2#p5105984.

Nel mio caso:

$ loginctl
SESSION  UID USER  SEAT  TTY 
      1 1000 quark seat0 tty2

Nota il numero 1 prima di 1000.

$ loginctl show-session 1 -p Type
Type=x11

Ultima modifica di QuarkF (18-07-2019 09:53:09)


Al mondo ci sono 10 tipi di persone: quelle che conoscono la numerazione binaria e quelle che non la capiscono.

Non in linea

#3 18-07-2019 11:13:08

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'518
Sito web

Re: spiegazione su output comandi

grazie , ma : ???

[[email protected] ~]$ loginctl
SESSION  UID USER  SEAT  TTY
      2 1000 Aiace seat0    

1 sessions listed.
[[email protected] ~]$ loginctl show-session 2 -p Type
Type=x11

Nel frattempo ho lanciato gparted da root (non da utente, come facevo prima) e sono riuscito a eseguire l'operazione che mi serviva (ridimensionare un hard disk esterno per backup).

Quindi il problema è che lanciandolo da utente normale (prompt $) non farà mai nulla?

E comunque, in quale cartella del mio PC vengono registrati gli accessi sbagliati, indebiti ecc.?


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#4 18-07-2019 11:56:08

QuarkF
Pinguino avanzato
Registrato: 01-04-2013
Messaggi: 250

Re: spiegazione su output comandi

Non è che il tuo utente è amministratore, e quindi devi digitare la sua password, anziché quella di root?


Al mondo ci sono 10 tipi di persone: quelle che conoscono la numerazione binaria e quelle che non la capiscono.

Non in linea

#5 18-07-2019 14:49:34

andreamal
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 16-12-2009
Messaggi: 1'689

Re: spiegazione su output comandi

aiace ha scritto:

E comunque, in quale cartella del mio PC vengono registrati gli accessi sbagliati, indebiti ecc.?

Prova da root a lanciare il comando

# mail

Ciao
Andrea Malfatti

Non in linea

#6 18-07-2019 20:08:32

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'518
Sito web

Re: spiegazione su output comandi

QuarkF ha scritto:

Non è che il tuo utente è amministratore, e quindi devi digitare la sua password, anziché quella di root?

no, li ho sempre tenuti separati, perché quando in Fedora è stata introdotta la possibilità di rendere amministratore l'utente singolo, ci ho pensato su e ho deciso che non mi sembrava tanto sicuro (oltre a scopiazzare altre distro più "popolari", ma questo è un altro discorso...).
La riprova è che a ogni passaggio di versione devo riscrivermi la password utente (che cambio), mentre quella di superuser rimane sempre la stessa.

E adesso vengo al NUOVO problema cruciale.
Nel PC ho anche un hd che monto solo ed esclusivamente quando faccio il backup; in altri termini, mi serve unicamente a quello scopo.
Lo vedo nell'elenco dei dispositivi (utilizzo KDE e quindi Dolphin: è l'opzione attivabile con F9), ma se ci clicco sopra per aprirlo, compare la solita finestrella in cui si chiede di digitare la password.
Ci ho sempre digitato la password di root, come è giusto e normale, ma da oggi sembra non corrispondere più a quella che avevo impostato.
Ho già verificato che non ci sia il blocco-maiuscole, che la tastiera sia quella italiana e provo a scriverla in un file provvisorio per visualizzarla ed escludere che ci sia qualche tasto fuori uso: tutto inutile!
Viceversa, dentro il terminale ho provato a installare un pacchetto tramite il comando

su -c'dnf install pacchetto'

e la password funziona tranquillamente...
Insomma, non ci sono malfunzionamenti apparenti, ma IN PRATICA non posso accedere al disco né, ovviamente, procedere al backup.

Sono quanto meno perplesso e non so che pesci pigliare...

andreamal ha scritto:

Prova da root a lanciare il comando

# mail
[[email protected] ~]# mail
-bash: mail: comando non trovato

Oggi decisamente non è la mia giornata! :-(


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#7 18-07-2019 20:29:10

QuarkF
Pinguino avanzato
Registrato: 01-04-2013
Messaggi: 250

Re: spiegazione su output comandi

Usa il pulsante destro del mouse sulla maschera dove digitare la password, e seleziona "Mostra testo", così vedi la password digitata.

Per quanto riguarda il comando mail,

# mail
bash: mail: comando non trovato...
Installare il pacchetto «mailx» per fornire il comando «mail»? [N/y]

Al mondo ci sono 10 tipi di persone: quelle che conoscono la numerazione binaria e quelle che non la capiscono.

Non in linea

#8 18-07-2019 23:14:52

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'518
Sito web

Re: spiegazione su output comandi

QuarkF ha scritto:

Usa il pulsante destro del mouse sulla maschera dove digitare la password, e seleziona "Mostra testo", così vedi la password digitata.

se clicco col destro mouse, l'unica opzione attivabile è "Paste" (Incolla)...
Tanto per provare, ho digitato la password (corretta) in un file di testo (che poi ho chiuso senza salvare) e l'ho copiata col mouse, incollandola poi nella maschera di cui sopra, poi ho schiacciato INVIO: idem, cioè compare sempre il messaggio infausto

Autenticazione non riuscita, per favore riprova.
QuarkF ha scritto:

Per quanto riguarda il comando mail,

# mail
bash: mail: comando non trovato...
Installare il pacchetto «mailx» per fornire il comando «mail»? [N/y]

Riporto quello che ho fatto nella console:

[[email protected] ~]$ su -c'dnf install mailx'
Password: 
(... taglio l'esecuzione vera e propria e arrivo al dunque: righe sotto)
Installati:
  mailx-12.5-30.fc29.x86_64                                                                                                                                

Fatto!
[[email protected] ~]$ su -
Password: 
[[email protected] ~]# mail
No mail for root

Ultima modifica di aiace (18-07-2019 23:18:29)


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#9 19-07-2019 00:06:58

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'518
Sito web

Re: spiegazione su output comandi

Mi viene in mente che siccome l'inconveniente PARE presentarsi unicamente nella parte grafica, potrei montare l'hd con un comando

mount /dev/sbd3

o qualcosa del genere... (pregasi fornire la formulazione corretta; che il disco sia attualmente sdb3 l'ho appena controllato).
Che ne dite?

Ultima modifica di aiace (19-07-2019 00:07:49)


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

Piè di pagina