Fedora Online Forum

Il forum della comunità italiana di Fedora

#1 25-11-2019 00:43:57

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'529
Sito web

symlink e fstab [RISOLTO]

salve,
quello che chiedo qui è un consiglio, dato che in realtà funziona tutto regolarmente (sono già su Fedora 31 - gli amministratori potranno spostare il thread, quando saranno pronte le nuove sezioni).

Ho il sistema operativo su SSD (chiamiamolo sdd, con le sue partizioni tradizionali per boot, root e swap, che rispettivamente saranno p.es. sdd2, sdd3 e sdd4) e i dati su un HD (cioè sdb2), che per adesso non viene caricato all'avvio. Nella situazione reale ammetto di aver fatto un po' di pasticci con le denominazioni (LABEL), ma qui semplifico al massimo per venire subito al punto.

So che posso montare automaticamente quel disco rigido, inserendo nel file /etc/fstab una stringa come

/dev/sdb2 /home/Aiace/dati ext4 defaults 0 2

anzi ancora meglio sostituendo a sdb2 il suo preciso UUID-esadecimale-alfanumerico, e ovviamente dopo aver creato la cartella dati nella directory del mio utente.

DOMANDA: questo è una sorta di simlink?
Ovvero, il montaggio di un disco (o una directory, non credo faccia differenza) in un'altra parte del sistema (nel mio caso, in una directory sotto la /home del mio utente) funziona un po' come i simlink. Sbaglio?
Per dirla ancora altrimenti, se non operassi dentro /etc/fstab, CHIEDO SE È VERO che potrei raggiungere lo stesso obiettivo anche in altri due modi, sempre dopo aver creato la cartella dati:
A)

# mount UUID-esadecimale-alfanumerico-di-sdb2 /home/Aiace/dati -t ext4

oppure:
B)

$ ln -s /dev/sdb2 dev/sdd

o forse ancora meglio:

$ ln -s /dev/sdb2 /home/Aiace/dati

ovviamente qui dopo aver montato a mano l'HD, cioè tutto sdb.
Mi confermate sia questo, ma soprattutto il fatto che è più comoda la prima procedura, cioè lasciar fare tutto a /etc/fstab (al netto di miei possibili errori di sintassi, che vi prego di correggere)?

Per chi volesse approfondire (ma NON è indispensabile), parto da questa discussione.

Grazie sin d'ora a chi risponderà smile

Ultima modifica di aiace (27-11-2019 12:32:04)


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#2 25-11-2019 15:45:04

palir1927
Fedora nel sangue
Da Neo Tokyo 3
Registrato: 15-03-2007
Messaggi: 2'017
Sito web

Re: symlink e fstab [RISOLTO]

Ciao,
quello che esegui manualmente con il comando "mount" e quello che viene eseguito nel file "/etc/fstab" sono identici, ossia esegui il mount di un "file system" o di un "lvm" in un punto preciso del sistema operativo.  Wiki "mount"

Il link simbolico è un collegamento simbolico contenente un percorso relativo od assoluto, se lo esegui di un "file system" o di un "lvm" non puoi però visualizzare cos'è contenuto al suo interno come quanto lo "monti" sul sistema.

Spero di aver centrato cosa volevi sapere smile


Mienai kizu kokaro mushibamu dake na no ni, yami no naka ni ima mo yadaru omoi wo asaekire...

Non in linea

#3 26-11-2019 09:31:43

Yattatux
Redattore
Da Ràvanphis
Registrato: 23-10-2011
Messaggi: 2'452
Sito web

Re: symlink e fstab [RISOLTO]

aiace ha scritto:

ma soprattutto il fatto che è più comoda la prima procedura, cioè lasciar fare tutto a /etc/fstab

montare in fstab resta comunque la scelta più pratica.


"facciàn nui quel che si può far per nui; abbia chi regge il ciel cura del resto, o la Fortuna, se non tocca a lui." (Cit.)

Non in linea

#4 27-11-2019 12:31:43

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'529
Sito web

Re: symlink e fstab [RISOLTO]

grazie a entrambi, in particolare la spiegazione di palir1927 è illuminante.
Ho quindi proceduto a inserire la riga pertinente in /etc/fstab e in effetti quando entro nel sistema, Dolphin mi segnala che NON esiste quella cartella.
Ma a quel punto basta cliccarci sopra (nell'elenco a sinistra, quello attivabile con F7), dare la password di root ed effettivamente si apre dove voglio io.
Non mi è ben chiaro perché non lo carichi subito (forse perché per problemi di sicurezza la routine di avvio NON esegue comandi riservati a root?), ma digitare quella password richiede poco tempo e posso ritenermi soddisfatto.
Perciò scrivo RISOLTO.
Grazie ancora e alla prossima


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

#5 27-11-2019 15:24:07

palir1927
Fedora nel sangue
Da Neo Tokyo 3
Registrato: 15-03-2007
Messaggi: 2'017
Sito web

Re: symlink e fstab [RISOLTO]

aiace ha scritto:

grazie a entrambi, in particolare la spiegazione di palir1927 è illuminante.
Ho quindi proceduto a inserire la riga pertinente in /etc/fstab e in effetti quando entro nel sistema, Dolphin mi segnala che NON esiste quella cartella.
Ma a quel punto basta cliccarci sopra (nell'elenco a sinistra, quello attivabile con F7), dare la password di root ed effettivamente si apre dove voglio io.
Non mi è ben chiaro perché non lo carichi subito (forse perché per problemi di sicurezza la routine di avvio NON esegue comandi riservati a root?), ma digitare quella password richiede poco tempo e posso ritenermi soddisfatto.
Perciò scrivo RISOLTO.
Grazie ancora e alla prossima

Prego smile

Prova ad inserire questa riga in sostituzione della tua in "/etc/ftab":

/dev/sdb2 /home/Aiace/dati ext4 defaults 0 0

Esegui il comando:

umont /home/Aiace/dati

Verifica con un "df -h" che la directory sia "smontata" e se così fosse prova ad eseguire il comando:

mount -a

Non dovrebbe chiederti nessuna password per montare il tuo device.

Se funziona prova a riavviare il pc.
Ciao
Palir


Mienai kizu kokaro mushibamu dake na no ni, yami no naka ni ima mo yadaru omoi wo asaekire...

Non in linea

#6 27-11-2019 17:14:05

aiace
Fedora nel sangue
Da Roma
Registrato: 03-11-2005
Messaggi: 1'529
Sito web

Re: symlink e fstab [RISOLTO]

grazie mille,
in effetti avevo proprio quella riga, e non so come mai mi dava quel problema.
Però guardando /etc/fstab in un'altra installazione di Fedora (la 29, che ho nella stessa macchina, ma su un altro SSD) nel frattempo l'avevo già cambiato sostituendo la stringa in questione con la seguente:

UUID-esadecimale-alfanumerico   /home   ext4   defaults   1 2

e in questo modo bypasso un problema (creato da me) per cui mi serve la /home "vecchia", che sta su un altro disco, mentre di solito carica quella creata standard, che però è vuota.
Con la nuova stringa in effetti non devo digitare nessuna password e appena compare il sistema con l'interfaccia grafica (KDE), ho disponibile subito le cartelle che mi servono per lavorare.

Grazie ancora e buon proseguimento!


linuxbox # 408490
Linux user # 479702

Non in linea

Piè di pagina